Klagenfurt

La Capitale della Carinzia

Klagenfurt è la capitale regionale più meridionale dell’Austria nonché il cuore storico, economico e culturale della Carinzia. Contemporaneamente essa è anche centro amministrativo regionale, città universitaria, città con il maggior numero di scuole, città dello sport, città del tempo libero e città-giardino sulle sponde del lago di Wörth. Klagenfurt conta oltre 90.000 abitanti, ma aggiungendo gli scolari, gli studenti ed i lavoratori pendolari, durante il giorno la sua popolazione arriva a ben 150.000 unità, ed è per questo numero che devono essere pensate le infrastrutture. Con i suoi 52.000 posti di lavoro Klagenfurt è anche il cuore economico della regione. In essa hanno sede i più importanti organismi istituzionali. 
Al centro delle attività economiche si trovano, oggi come in passato, il commercio ed il turismo, la piccola e la media impresa. Negli ultimi anni la città si è trasformata in un centro d’eccellenza per le tecnologie dell’informazione. Con la rinomata facoltà di informatica dell’Università, i corsi di studi in informazione e telematica offerti dagli istituti tecnici parauniversitari, le tecnologie medicali, il gran numero di eccellenti imprese operanti nel settore dell’IT ed il parco tecnologico “Lakeside-Software Park”, che verrà inaugurato nel novembre del 2004, Klagenfurt ha sicuramente fatto un investimento in promettenti competenze high tech. Grazie alla presenza di questo networking non vi è praticamente altra città dell’area alpino-adriatica in grado di tenerle testa sotto questo aspetto. 
Nella città del Lindwurm esiste una straordinaria simbiosi tra antico e moderno. Il suo centro storico, uno dei più belli d’Austria, ben tre volte insignito del premio “Europa Nostra”, è stato restaurato con grande sensibilità ed oltre 50 cortili porticati sono stati così resi accessibili al pubblico. 
Sotto gli storici porticati e nei bei cortili interni si trovano oggi moderne boutique, locali in, originali ristoranti all’aperto. A questo volto si sposa quello concepito dall’architettura moderna, che sottolinea l’evolversi della città in un centro pulsante. 
Klagenfurt, inoltre, è anche una città sicura, caratterizzata da un alto valore ricreativo ed ubicata in un ambiente sano e verde. I responsabili politici e l’amministrazione comunale sostenuti dai cittadini hanno fatto di Klagenfurt un centro particolarmente vivibile. 

Escursioni a Klagenfurt giro della città vecchia 

Giro della città vecchia: un vero piacere per i vostri sensi Riprendere fiato, sostare, ammirare, lasciare libero gioco ai propri sensi. Scoprire gli oltre 800 anni di storia di Klagenfurt passeggiando senza fretta per il centro storico. L’aspetto della città vecchia si deve fondamentalmente all’opera di architetti italiani che ne progettarono gli straordinari edifici rinascimentali, le cui facciate sono state restaurate a regola d’arte. 
Dalle piazze soleggiate svoltare nelle strette viuzze e nei cortili interni a godersi l’ombra dei loro porticati ed il ristoro delle loro fontane. Poi sedersi ad uno dei tanti caffè di strada per fare mente locale sulle tante impressioni sorseggiando un cappuccino. Ma l’amica incalza; per strada ha visto anche altre cose: il mercato contadino, le boutique degli stilisti, i grandi magazzini, i negozietti e le bottegucce. Già, Klagenfurt è si una città storica, ma con un cuore pulsante e vitale. 
Sulla Neue Platz, dove sorge il simbolo di Klagenfurt, il Lindwurm con Ercole scolpiti in pietra, si affolla la gioventù con i suoi skateboard, proprio sotto gli occhi dei padri della città che li guardano dallo splendido palazzo del municipio, risalente al 1650. Se volete andare alla scoperta del centro storico per conto vostro non vi è nulla di più facile: basta seguire la segnaletica orizzontale verde. 
Ma eccovi i dettagli: in luglio ed agosto tutti i giorni, tranne la domenica e i festivi, si svolgono visite guidate gratuite al centro storico accessibili a tutti. Per le comitive, visite guidate tutto l’anno dietro tempestiva prenotazione. I visitatori individuali possono accodarsi gratuitamente alle comitive nelle date per queste pattuite (basta prenotarsi presso l’ufficio informazioni turistiche). Riassumendo: escursioni, shopping, piacere e divertimento: Klagenfurt le ha proprio tutte. Da non perdere: di sera il centro storico si illumina di luce e le facciate sembrano come trasfigurate da un incantesimo. 

Solo castelli, senza fantasmi 

Se avete il pallino dei castelli e delle fortezze a Klagenfurt siete proprio nel posto giusto. Fate un giro dei castelli. La città è circondata da ben 23 tra castelli piccoli e grandi molto ben preservati e restaurati in maniera esemplare. Molti di essi furono costruiti già nel XII secolo e vantano sontuose sale dei cavalieri, torri, merli e parchi incantevoli. E, tuttavia, non si avverte solo l’aura storica: un gran numero di castelli è stato rivitalizzato ed ospita, tra le altre cose, diverse scuole di agraria. (castelli di Pitzelstätten e Krastowitz). 
Volete trascorrere una notte in un vero castello, serviti e riveriti come veri conti? Non c’è problema. Il castello di St. Georgen am Sandhof ospita un albergo a 4 stelle, quello di Hallegg uno a 3 stelle. Seguite le tracce degli antichi casati nobiliari, riscoprite le vicende del passato. Qui puoi scaricare maggiori informazioni su tutti i castelli e le descrizioni degli itinerari! 

Non limitatevi ad ascoltare una sola campana 

Non siete dei santi, ma nutrite comunque un grande interesse per gli edifici sacrali, la loro storia, la loro bellezza? Allora benvenuti al giro delle chiese di Klagenfurt. L’incredibile varietà di ben 56 tra chiese e cappelle situate a Klagenfurt e dintorni aspetta di essere scoperta. Tra si esse delle vere gemme di architettura sacrale come la Domkirche, la prima chiesa a navata unica con cappelle laterali d’Austria. Oppure la chiesa filiale di St. Peter am Bichl, costruita nel 1399, con le sue preziose vetrate romaniche e timpani.carolingi inseriti nei muri. O ancora la chiesa parrocchiale di “Maria vom Siege” a Viktring, consacrata nel lontano 1202 ed unico esempio di architettura cistercense burgunda dell’intera area di lingua tedesca. Da non tralasciare assolutamente è poi una visita al museo diocesano, dove vi attende la più importante collezione di arte sacrale di tutte le epoche che trova il suo pezzo forte nella “Magdalenenscheibe”, il più antico disco di vetro conservatosi in Austria (1160). E allora, non limitatevi ad ascoltare una sola campana: c’è tanto da scoprire girando le chiese...  

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere offerte e last minute.

Social

.Pixelia Web solutions and Web marketing.